Il test mineralometrico del capello e’ un test ufficiale o alternativo?

Il test per lo studio dei minerali tossici  e nutrizionali nel capello è un test validato scientificamente, riconosciuto dall‘O.M.S. (organizzazione mondiale della sanità) e dall’E:P.A. (environmental protection agency).

Il journal of american  medical  association, una delle più importanti riviste scientifiche di medicina, ha pubblicato un articolo che informa gli operatori medici  e sanitari, circa l’importanza di questa analisi, mettendoli in guardia dai rischi di test sul capello mal condotti  (apparecchiatura non standardizzate) o peggio una interpretazione fuorviante, offrendoci  di conseguenza un quadro totalmente impreciso della situazione minerale dell’organismo testato.

A cosa serve il mineralogramma del capello?

il mineralogramma attraverso l’analisi del capello permette di rilevare la quantità e la qualità dei minerali (oligoelementi nutrizionali e tossici) presenti nel capello, sia per rilevarne eventuali carenze di oligoelementi (nutrizionali) indispensabili a regolare le fisiologiche vie metaboliche e sia di sostanze nocive (metalli tossici) che bloccano ed ostacolano le reazioni enzimatiche delle principali vie metaboliche endocellulari, favorendo l’invecchiamento cellulare patologico (Ipertensione, diabete, malattie cardio-vascolari, malattie neurovegetative, cancro ec..).

 

Perché il capello?

  1. Il metodo di campionamento è semplice e incruento, si effettua il taglio dei capelli quando più vicino è possibile al cuoio capelluto (fig.1); prendere solo i primi due-tre cm di lunghezza (fig.2) da almeno 4 punti: Parietale dx, sx occipitale dx, centro e sx, vedi figura. Il prelievo dei capellideve essere effettuato nelle zona indicate, ma in casi particolari è possibile prelevare il campione anche dal pube, specificandolo nell’apposita casella della scheda anamnestica. La quantità necessaria è di un grammo di capelli (equivalente circa alla quantità contenuta in un cucchiaio da minestra), che costituisce la parte utile per effettuare l’analisi. L’eccedenza deve essere scartata (fig.3). Inserisci tutto nella bustina con l’allegata scheda e spedisci (fig.4).
  2. Il capello è facile da conservare e ne servono pochissimi, circa un grammo, e non si modificano in composizione nel tempo.
  3. I livelli dei minerali nei capelli sono significativamente più rappresentativi che nel sangue.
  4. I capelli sono la sede di deposito e/o di eliminazione dei vari minerali, che il corpo elimina, compresi i tossici.
  5. I capelli sono un tessuto e come tale ci consentono di studiare l’accumulo dei minerali intracellulare.

Fig.1

Tagliare i capelli quanto più vicino possibile al cuoio capelluto

 

Fig.2

tagliarne a  2 – 3 cm di lunghezza dal bulbo

 

Fig.3

 

eliminare la parte eccedente non utile per l’esame

 

 

Fig.4

 

 

                     Imbustare e spedire a: Consorzio Sannio Tech, Strada Statale 7 Appia, 82030 Apollosa BN

 

 

I Capelli una volta pervenuti nel laboratorio saranno micro inceneriti in ambiente sterile e a temperature elevatissime. Il materiale ottenuto attraverso l’incenerimento viene successivamente analizzato con uno spettrofotometro di massa ad assorbimento atomico, che permette di verificare la composizione quali-quantitativa dei minerali che ben interpretata rispecchierà lo stile di vita, lo stato psico-fisico e la dieta alimentare della persona che ha richiesto l’autoanalisi. Così, ricorrendo ad un’analogia, possiamo dire che come nel tronco dell’albero è inscritta la sua storia di vita, rappresentata in strati che si sovrappongono in larghezza, così il fusto del capello incorpora le tappe della sua storia di vita e ce le mostra in strati che si sovrappongono in lunghezza. Questo vuol dire che se vengono prelevati capelli della lunghezza di 3 cm, considerando che crescono in media 1 cm al mese, è possibile datare in 3 mesi il valore temporale della composizione chimica rilevata e sfruttare questo dato per individuare i fattori deleteri intervenuti in quel periodo.

 

Interpretare il mineralogramma

La valutazione dei risultati del mineralogramma è invece molto complessa e richiede competenze multidisciplinari, infatti bisogna deve tener conto non solo del risultato del campione, ma anche di come questo è stato trattato dal proprietario come ad esempio colorazioni, trattamenti di bellezza nonché colore ultimo ed originario: Infatti:

  • i capelli originali molto scuri contengono più rame;
  • i capelli originali neri contengono più magnesio;
  • nei capelli originali castani si trova più piombo;
  • i capelli originali rossi contengono più ferro;
  • i capelli originali biondi contengono meno zinco rispetto agli altri;
  • nei capelli originali delle donne si rileva più rame, magnesio, cobalto e nichel;
  • i capelli originali bianchi contengono livelli inferiori di rame e manganese;

 

Il risultato ben interpretato fornisce indicazioni estremamente utili per: 

  • stabilire carenze di oligoelementi da integrare attraverso un’alimentazione più bilanciata;
  • evidenziare la presenza di una quantità anomala di radicali liberi;
  • una dieta equilibrata;
  • rilevare una elevata presenza di metalli tossici come biomarker ambientale e di vita (indice di inquinamento ambientale o alimentare);
  • rilevare un deposito eccessivo di tossine da fumo di sigaretta;

 

Bibliografia

Zentralbl Hyg Umweltmed. 1996. Hair analysis in environmental medicine. Wilhelm M, Idel H

J Environ Sci Health A Tox Hazard Subst Environ Eng. 2014. Efficacy of hair analysis for monitoring exposure to uranium: a mini-review. Joksić AŠ,Katz SA.

Pediatr Gastroenterol Hepatol Nutr. 2016.  Hair Zinc Level Analysis and Correlative Micronutrients in Children Presenting with Malnutrition and Poor Growth. Han TH.Lee J.Kim YJ.

J Bone Metab. 2016. Coronary Calcification Is Reversely Related with Bone and Hair Calcium: The Relationship among Different Calcium Pools in Body. Lee SHPark SJKim KN, Cho DY, Kim YS,  Kim BT.

Biol Trace Elem Res. 2015.  Metal ions released from fixed orthodontic appliance affect hair mineral content. Mikulewicz MWołowiec PLoster BChojnacka K.

Biol Trace Elem Res. 2014. Relationships of hair mineral concentrations with insulin resistance in metabolic syndrome. Choi WSKim SHChung JH.

Biol Trace Elem Res. 2013. Hair minerals and metabolic health in Belgian elementary school girls. Vanaelst BHuybrechts IMichels NFlórez MRAramendía MBalcaen LResano MVanhaecke FBammann KBel-Serrat SDe Henauw S.

Biol Trace Elem Res. 2013. Cross-sectional relationship between chronic stress and mineral concentrations in hair of elementary school girls. Vanaelst BMichels NHuybrechts IClays EFlórez MRBalcaen LResano MAramendia MVanhaecke FRivet NRaul JSLanfer ADe Henauw S.

Biol Trace Elem Res. 2009.Hair tissue mineral analysis and metabolic syndrome. Park SBChoi SWNam AY.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *